Scuola: difficoltà per il rientro a settembre in sicurezza. Necessario un patto tra pubbliche e paritarie

ITALIA – Il rientro a scuola, in sicurezza, a settembre nasconde delle difficoltà. L’applicazione delle misure di distanziamento, commisurata alle disponibilità degli edifici scolastici attualmente in funzione, non consentirà un ritorno sicuro tra i banchi per almeno il 15% degli studenti. E’ quanto avrebbe ammesso la stessa ministra Lucia Azzolina. Da uno studio realizzato da Luca Vitale e Suor Anna Monia Alfieri il risultato inevitabile sarà un aggravio di spesa di proporzioni ingenti, per lo Stato, per poter ricollocare gli studenti in nuove strutture. Per evitare questo inconveniente, secondo Vitale ed Alfieri, bisognerebbe abbattere l’ostracismo nei confronti della scuola paritaria, garantendo dei patti educativi che vedano scuola pubblica statale e scuola pubblica paritaria alleate nel rispondere all’esigenza di far ripartire il sistema educativo italiano.