Non si ferma all’alt e investe poliziotto, denunciato ventinovenne di S. Margherita L.

RAPALLO – Quando il poliziotto del Commissariato di Rapallo gli ha intimato l’alt per un controllo, non solo non si è fermato ma accelerando ha investito l’agente con il suo scooter Tmax facendolo cadere a terra. Protagonista della vicenda un giovane italiano di 29 anni, incensurato, residente a Santa Margherita Ligure che dopo essere stato rintracciato è stato denunciato per fuga e omissione di soccorso. I fatti risalgono allo scorso 8 aprile. Poco dopo la mezzanotte, nei pressi della rotatoria Siggi di Via Mameli a Rapallo, il giovane stava procedendo in direzione del casello autostradale a velocità elevata. Accorgendosi del suo arrivo, la pattuglia della polizia che stava effettuando un posto di controllo, ha provato a fermarlo. L’uomo invece di rallentare ha continuato la sua corsa non curandosi dell’agente che con la paletta gli intimava l’alt, scaraventandolo a terra fuggendo poi via. Da terra il poliziotto, per il quale è stato necessario il ricovero al Pronto Soccorso dell’Ospedale di Lavagna per un forte trauma toracico, non era riuscito a leggere la targa del mezzo a due ruote. Grazie però all’analisi delle telecamere di videosorveglianza, è stato possibile risalire al proprietario del mezzo, risultato essere il padre del ventinovenne, il quale ha indicato il figlio come unico utilizzatore dello scooter. Questi adesso, oltre a diverse sanzioni, rischia la sospensione della patente fino a cinque anni e l’avvio di un procedimento penale per aver infranto diversi articoli del codice della strada che prevedono pene da sei mesi a tre anni di reclusione per omesso soccorso.