Il monito del Papa alla Messa di Pentecoste: “No a particolarismi e cammini paralleli alla Chiesa”

130520_Papa Francesco Messa PentecosteCITTA’ DEL VATICANO – Vincere la paura, rinunciare a schemi e sicurezze, per aprirsi agli orizzonti di Dio. E dire no a particolarismi, esclusivismi, cammini paralleli che portano divisioni. Così Papa Francesco nell’omelia della Messa di Pentecoste, celebrata ieri mattina in una piazza San Pietro gremita dai pellegrini di movimenti, nuove comunità, associazioni, aggregazioni laicali di tutto il mondo, giunti a Roma in occasione dell’Anno della Fede. 70 tra cardinali e vescovi e 400 sacerdoti hanno concelebrato la liturgia.
Descrivendo l’effusione dello Spirito Santo sulla Chiesa, il Santo Padre ne ha descritto l’azione attraverso tre parole: “Novità, armonia, missione”.
“La novità ci fa sempre un po’ paura”, ha detto il Papa, “perché ci sentiamo più sicuri se abbiamo tutto sotto controllo, se siamo noi a progettare la nostra vita secondo i nostri schemi”. “Abbiamo paura che Dio ci faccia percorrere strade nuove, ci faccia uscire dal nostro orizzonte spesso limitato, chiuso, egoista, per aprirci ai suoi orizzonti”. Ma “la novità che Dio porta nella nostra vita è ciò che veramente ci realizza”.
E se lo Spirito Santo sembra creare disordine nella Chiesa, portando diversità dei carismi, tutto ciò “è una grande ricchezza, perché lo Spirito Santo è lo Spirito di unità, che non significa uniformità”, ma armonia. Ma solo lui può operare in tal modo.
Quindi il monito: “Non ci si avventura oltre la dottrina e la Comunità ecclesiale”. “Chiediamoci se abbiamo la tendenza di chiuderci in noi stessi, nel nostro gruppo, o se lasciamo che lo Spirito Santo ci apra alla missione. Ricordiamo, oggi, queste tre parole: novità, armonia, missione”.

Il giorno precedente, nella vigilia della Solennità di Pentecoste, il santo Padre ha incontrato i movimenti in Piazza San Pietro per la veglia, e ha risposto alle domande che gli sono state poste. La registrazione integrale dell’incontro sarà riproposta da Telepace giovedì pomeriggio alle 17 nella trasmissione Il Cammino di Papa Francesco”