Il Papa agli operai delle acciaierie di Terni: il lavoro realtà essenziale per la società

1_0_783105TERNI – Un incontro per rinnovare la vicinanza di tutta la Chiesa al mondo del lavoro. E’ questo lo spirito che ha animato l’udienza di Papa Francesco in Aula Paolo VI agli operai e ai dirigenti delle “Acciaierie di Terni” nel 130.mo di fondazione dello stabilimento industriale. Dal Pontefice un forte richiamo a garantire a tutti un lavoro dignitoso. Occorre riaffermare  – ha detto Francesco – che il lavoro è una realtà essenziale per la società, per le famiglie e per i singoli. Il lavoro – ha proseguito – non ha solo una finalità economica e di profitto, ma soprattutto una finalità che interessa l’uomo e la sua dignità. E se manca il lavoro questa dignità viene ferita. Il Papa ha poi spiegato che il grave problema della disoccupazione è la conseguenza di un sistema economico che non è più capace di creare lavoro perché ha messo al centro un idolo, che si chiama denaro. Quindi un appello: se ciascuno farà la propria parte, se tutti metteranno sempre al centro la persona umana, con la sua dignità, se si consoliderà un atteggiamento di solidarietà e condivisione fraterna ispirato al Vangelo, si potrà uscire dalla palude di
una stagione economica e lavorativa faticosa e difficile.